R. Dr. Homem de Melo, 644
Cj. 131 • Perdizes • SP • 05007-001
Tel.: (55 11) 3862.9112
Like INPEO
  • Português
  • English
  • Español




Impianti dentali importati.

INPEO offre un tipo di trattamento completamente particolare  con standard dei paesi più evoluti primo mondo.

La tecnologia presente in impianti dentali importati che usiamo  presentano una riduzione dei tempi di osteointegrazione. Così la riabilitazione di questo dente perso è molto più veloce se confrontato con l’impianto dentale convenzionale.

Il periodo di osteointegrazione, che di solito dura tra le 12 e le 24 settimane può essere ridotto a 3-6 settimane.

 la riabilitazione, in questo modo,  avverrà più velocemente, senza compromettere il successo e la longevità di questo trattamento.

Fissate un appuntamento per  e valuterete. Excellence in impianti dentali importati.

impianti Straumann

 Impianti Straumann sono progettati per offrire la stabilità affidabile, e che i nuovi impianti  sembrano naturale.

L’implantologia attuazione di tutti o parte dei denti persi o mancanti.


Cosa sono gli impianti dentali?

Gli impianti dentali osteointegrati sono fatte di viti in titanio puro che possono essere inserite all'interno delle mascelle, in qualità di una chiusura per diversi tipi di protesi dentali: un solo dente, diversi denti, o anche tutti i denti. Pazienti spesso confondono impianti con protesi fisse, infatti, gli impianti sono utilizzati per sostituire le radici dei denti, in caso di perdita o impossibilità di utilizzare questi.

Chi può installare le protesi?

Praticamente tutti i pazienti in buone condizioni generali (che non presentano la malattia in ambito medico) possono ricevere impianti dentali. Diversi fattori influiscono il successo del trattamento, come, per esempio, il fumo e diabete, devono essere valutate in anticipo. La procedura di impianto è un intervento di chirurgia orale e una valutazione adeguata è bisogna prima di ogni intervento chirurgico orale.

Perché alcuni pazienti hanno bisogno di un innesto osseo?

La necessità di innesti ossei è frequente. Possono essere realizzati in una chirurgia prima dell'impianto e, se gli impianti sono posti dopo un osso guarigione da 6 a 12 mesi. Quando possibile, l'innesto è realizzato nello stesso posizionamento chirurgico di protesi.

Occorre eseguire qualche trattamento prima di effettuare gli impianti?

In alcuni casi si. Si deve rimuovere ogni preesistente processo infettivo nella cavità orale, o per il trattamento parodontale (gengivale), estrazione di denti con sacche di infezione e trattamenti endodontici (cura canalare) che devono essere effettuati prima dell'impianto. Tutti questi aspetti fanno parte di una pianificazione iniziale eseguita da professionisti dovrebbero essere discussi apertamente con il paziente prima di iniziare il trattamento.

Fa male mettere gli impianti?

No. Ovviamente è una procedura chirurgica e alcuni edema (gonfiore) è previsto, soprattutto nei primi 5 giorni postoperatori. Il gonfiore è proporzionale alla dimensione della chirurgia. Interventi chirurgici di innesto osseo spesso causano più traumi. Tuttavia, ci sono medicine specifici per il controllo dell'infiammazione postoperatoria, e antibiotici (medicina per combattere le infezioni) e analgesici, il chirurgo può prescrivere se bisogno.

Quanto durerà la terapia?

Dipende da ogni singolo caso. Dopo il posizionamento, protesi rimangono a riposo per un periodo variabile da 2 a 6 mesi per il fenomeno biologico che si verifica osteointegrazione (giunzione diretta tra titanio e osso), dopo di che gli impianti vengono scoperti e di una protesi dentale è collegata all'impianto per mezzo di un seconda parte chiamata "abutment" o pilastro. In casi di innesto osseo, il trattamento diventa inevitabilmente più lungo. In casi specifici, la protesi può essere già installata nel giorno della chirurgia.

C'è pericolo di rigetto?

No. Il tasso di successo di impianti dentali è alta, e ci sono molti studi scientifici che dimostrino la sua efficacia anche dopo molti anni in funzione masticatoria. Tuttavia, vi è una piccola possibilità di perdita dell'impianto (l'osteointegrazione non si presenta), dal 2 al 3% dei casi, tipicamente poco dopo il resto periodo dopo l'impianto. In tali casi l'impianto è facilmente rimosso, un nuovo impianto può essere sostituito.

Come devo procedere con gli impianti dopo il trattamento? Ci possono essere complicazioni collegate agli impianti?

Gli impianti, come pure i denti e le gengive devono essere puliti molto bene, con dispositivi (filo interdentale e spazzolino da denti) raccomandati dal vostro dentista.

La complicazione principale biologica è la perimplantite (malattia che colpisce le gengive e l'osso intorno all'impianto). Ci possono essere anche problemi legati alla pianificazione del trattamento inadeguato o impianti posizionati in posizioni sfavorevoli. Le complicanze sono frattura biomeccanica più comune o allentando le piccole viti che tengono la protesi. Le fratture di protesi possono verificarsi, anche se sono più rari. La più importante è la presenza regolare alle appuntamenti di manutenzione paziente per prevenire o diagnosticare eventuali cambiamenti in anticipo.

Suggerimenti di Mauro Tosta – Coordinatore del Corso di Formazione in Implantologia della Scuola di Perfezionamento Professionale di Sao Paulo Association of Dental Surgeons - Regionale Jd. Paulista